top of page

LEAli con ideali


L'opinione di Christian Fini, copresidente della nostra associazione Lasciatecelo dire, siamo ancora frastornati, poiché quest’ultima domenica le urne ci hanno consegnato un risultato inequivocabile: il PLR ha una voce autorevole e credibile nell’affrontare le tematiche ambientali ed energetiche, in ottica liberale e senza eco-ansie.


La nostra lista tematica LEA (Libertà, energia, ambiente) a livello cantonale ha raggiunto il 2.3 % di voti di lista, 18'825 voti emessi in supporto del partito e dei candidati della lista principale, toccando punte di circa il 10% in alcuni Comuni. Possiamo dire che in soli tre mesi di vita questo è a dir poco eccezionale.

Checché ne dica chi sosteneva che non avevamo senso di esistere o che eravamo superati dagli eventi. La popolazione – ed è sotto gli occhi di tutti - l’ha pensata diversamente. Il saper parlar chiaro e senza troppi fronzoli, con proposte concrete, coesione e unità, crediamo che abbia permesso di costruire questo splendido risultato.

Noi liberali-radicali dovremmo proprio ripartire da qui, dall’approccio al fare politica. Lo diciamo sempre ma poi immancabilmente cadiamo nelle solite dietrologie. Torniamo tutti tra la gente con eventi meno elitari e più popolari, ascoltiamo i reali bisogni, perché la nostra popolazione si aspetta questo: ascolto e azione!

Come amava ripetere il nostro compianto Consigliere di Stato Giuseppe Buffi nei suoi Appunti «siamo forse rimasti orfani di bandiere, ma non del bisogno di ideali».

コメント


コメント機能がオフになっています。
bottom of page